Rifugiati e richiedenti asilo: un convegno al Dipartimento di Scienze della formazione e Psicologia

rifugiatiVenerdì 15 dicembre, presso l’Aula 10 SCIFOPSI (via Laura, 48 – Firenze), si terrà il convegno
Rifugiati e richiedenti asilo: riconoscimento delle competenze per un’inclusione attiva

 

Il convegno, a partire da ricerche di livello nazionale e internazionale, e dall’esperienza maturata da ANCI nella gestione del sistema SPRAR, intende approfondire in particolare il tema della validazione e della certificazione delle competenze, e quello della formazione, sia in relazione agli immigrati, sia in relazione agli operatori che svolgono la funzione di loro accoglienza. La validazione, la certificazione e la stessa formazione, devono essere considerate come autentiche “infrastrutture” per l’inclusione sociale. Oggi che il nostro Paese si sta allineando, su questi temi (sia sotto il profilo normativo che sotto il profilo istituzionale), con le migliori pratiche internazionali appare utile riflettere su questi temi. Il Convegno propone una prospettiva di lettura integrata di riconoscimento e sviluppo delle competenze dei rifugiati e dei professionisti che operano all’interno del sistema di accoglienza. In una logica di inclusione capace di generare sviluppo valorizzando la globalità del capitale umano che il sistema esprime.

– Locandina Convegno (PDF)

– Pieghevole Convegno (PDF)

L’iscrizione è gratuita e obbligatoria al link: https://goo.gl/ZLxdnd

Annunci

Due giornate di studio sulla storia del disagio mentale in Toscana

follia_2Mercoledì 13 – giovedì 14 dicembre 2017,  ore 10.00-17.15, presso l’ Archivio di Stato di Firenze (Auditorium, viale Giovine Italia, 6) si terrà il convegno:

Alienati, internati, tardivi e nervosi. Giornate di studio sulle fonti archivistiche toscane per la storia del disagio mentale dall’Unità d’Italia ad oggi

L’iniziativa, promossa dall’Archivio di Stato di Firenze con la Sovrintendenza Archivistica e Bibliografia  per la Toscana, la Direzione Generale Archivi e il Dipartimento SAGAS  dell’Università di Firenze, illustra l’importanza dei fondi sul disagio mentale acquisiti dall’ASFi,  gli interventi di tutela della SAB Toscana e la collaborazione con la DGA del MIBACT per progetti cui ha contribuito anche il SAGAS, nonché nuove prospettive di ricerca storica che vanno oltre uno scenario esclusivamente manicomiale.

Vai al programma

Carlo Battisti a quarant’anni dalla scomparsa

Il 4 dicembre si terrà la giornata di studi
DI LINGUISTICA E DI LIBRI:

CARLO BATTISTI A QUARANT’ANNI DALLA SCOMPARSA

Aula magna del Dipartimento di Storia, Archeologia, Geografia,
Arte e Spettacolo dell’Università degli studi di Firenze
(Via San Gallo, 10 Firenze)

Fra gli interventi, segnaliamo una presentazione del Fondo Battisti della Biblioteca Umanistica, a cura della direttrice Floriana Tagliabue.
Vai al programma

Luciano Canfora all’Umanistica

Canfora-Luciano-

Giovedì 16 novembre alle 9.30, presso la Sala Comparetti della Biblioteca Umanistica (piazza Brunelleschi 4, Firenze) Luciano Canfora terrà una conferenza aperta al pubblico dibattito su

Antonio Gramsci: vita e pensiero

L’evento è organizzato per iniziativa dell’Udu (Unione degli universitari) Sinistra Universitaria negli 80 anni dalla morte del grande intellettuale italiano, con lo scopo di avvicinare gli studenti alla figura di Gramsci, pensatore straordinariamente prolifico che ha segnato e influenzato la cultura italiana del Novecento.

L’incontro, che sarà aperto alle domande del pubblico, è stato organizzato, oltre che con l’apporto della Biblioteca Umanistica, in collaborazione con l’Istituto Gramsci Toscano, la Biblioteca Nazionale di Firenze e l’Associazione culturale Tessere.

Nell’occasione della conferenza, dal 16 al 23 novembre presso la Sala Comparetti (orario: 10-18) saranno esposti alcuni pannelli della mostra Antonio Gramsci in Biblioteca Nazionale 1977-2017: una mostra sulla mostra, che si terrà presso la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, con il sostegno dell’Istituto Gramsci Toscano, dal 28 novembre al 31 dicembre 2017 (info: bnc-fi@beniculturali.it).

La conferenza di Luciano Canfora si inserisce  nell’ambito delle iniziative Sulle orme di Gramsci promosse dall’Istituto Gramsci Toscano in collaborazione con Camera del Lavoro Metropolitana di Firenze e Associazione Firenze Terza Pratica. Il progetto, finanziato dalla Città Metropolitana di Firenze, si avvale della consulenza di Luca Paulesu.

Locandina

I disturbi dell’apprendimento: un convegno all’UNIFI

images (1)Nuovi strumenti per affrontare i disturbi del neurosviluppo nei bambini, nei ragazzi e nelle persone che si affacciano  all’età adulta e al mondo dell’Università. Sono proposti da un gruppo di spin off universitari italiani e verranno presentati venerdì 10 novembre in occasione del convegno

“Disturbi specifici dell’apprendimento, della comunicazione, dello spettro dell’autismo, da attenzione/iperattività a Scuola e all’Università”

Aula Magna dell’Università di Firenze (piazza San Marco, 4 – ore 14.45)

L’iniziativa è organizzata dal Dipartimento di Scienze della formazione e psicologia (Scifopsi) dell’Ateneo fiorentino e da Lucia Bigozzi, coordinatrice scientifica del progetto Promopsi, che ha concluso il percorso di preincubazione, e del Laboratorio sul metodo di studio della Scuola di Psicologia.

“Oltre alla diagnosi e agli interventi durante l’infanzia – spiega Lucia Bigozzi, docente di Psicologia dello sviluppo e psicologia dell’educazione – anche il giovane che si affaccia all’età adulta ed, eventualmente agli studi universitari, ha bisogno di servizi e strumenti pensati per affrontare le difficoltà legata a una nuova fase della vita. Gli spin-off universitari basati sulla ricerca psicologica – prosegue la docente – mettono a disposizione dei bambini, giovani e famiglie, così come degli operatori e delle istituzioni formative, i risultati della sinergia tra indagine scientifica e intervento, offrendo strumenti e formazione per migliorare la diagnosi e il trattamento dei disturbi del neurosviluppo, ma anche il supporto agli alunni e studenti che, pur non avendo specifici disturbi, hanno difficoltà nello studio”.

Il convegno sarà aperto dai saluti del prorettore al trasferimento tecnologico Andrea Arnone e del direttore del dipartimento Scifopsi Ersilia Menesini e sarà coordinato da Giuliana Pinto. Durante l’incontro, oltre all’esperienza fiorentina, saranno raccontate quelle degli altri spin-off accademici italiani con la medesima missione: il Laboratorio per i disturbi dell’Apprendimento – LAbDA, dell’Università di Padova, IDEE – Intervento sui disturbi dellEtà Evolutiva, dell’Università di Genova e LUDIS, dell’Università di Torino.

Vai al programma completo

Il Livro del Governamento di Egidio Romano: presentazione all’Umanistica

Filip4_Gilles_de_RomeVenerdì 10 novembre alle 15:30, presso la Sala Comparetti della Biblioteca Umanistica (p.za Brunelleschi 4), si terrà la presentazione del volume

Il “Livro del governamento dei re e dei principi” secondo il codice II.IV.129.

Edizione critica a cura di Fiammetta Papi (Pisa, ETS, 2016)

Composto da Egidio Romano intorno al 1280, e dedicato all’erede al trono di Francia (futuro Filippo IV il Bello), il De regimine principum è una delle opere più fortunate del basso Medioevo. Esplicitamente basato sulle opere di Aristotele, il trattato era destinato all’educazione morale e politica dei sovrani e degli uomini in genere, e ne sono note versioni in francese, in volgare italiano, castigliano, catalano, portoghese, tedesco, fiammingo, inglese, svedese ed ebraico. La redazione oggetto della presente edizione è senese e risale al 1288.
Alla presentazione, organizzata dalla Biblioteca Umanistica dell’Università di Firenze in collaborazione con il Dipartimento di Filologia, Letteratura e Linguistica dell’Università di Pisa, sarà presente la curatrice. Introduce e modera Michelangelo Zaccarello.

Locandina_10 nov 2017

Nasce all’Umanistica il Centro di documentazione sulle alluvioni di Firenze

yZ91RR_alluvione_arno_1966Il Centro di documentazione sulle alluvioni di Firenze (CEDAF) nasce come parte integrante del Sistema Bibliotecario d’Ateneo, con sede presso la Biblioteca Umanistica nel plesso Brunelleschi.  Si propone di dare accesso alla documentazione raccolta nell’ambito del Progetto Toscana Firenze 2016 arricchita con quella disponibile in formato digitale presso altre istituzioni, di supportare lo sviluppo della conoscenza su questa tematica di particolare rilievo per la città e di favorire iniziative di collaborazione con gli altri enti e istituzioni.

A conclusione del cinquantenario l’Università ha ritenuto strategica la realizzazione di questo Centro, che è stato uno degli obiettivi più significativi del Comitato Toscana Firenze 2016.

Il CEDAF verrà presentato domani, 31 ottobre, nell’Aula magna dell’Ateneo fiorentino (piazza San Marco, 4), durante il convegno “Il cinquantesimo dell’alluvione di Firenze del 1966. Un anniversario diverso”.

L’evento sarà trasmesso in diretta videostreaming.

Al Comitato scientifico di indirizzo del CEDAF partecipano: Accademia delle Arti del Disegno, Archivio di Stato di Firenze, Archivio storico del Comune di Firenze, Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, Fondazione Scienza e Tecnica, Harvard University – Villa i Tatti, Opera del Tempio Ebraico, Opera di S. Croce, Opera di S. Maria del Fiore, Opificio delle Pietre Dure, Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Firenze e le Province di Pistoia e Prato.