#Dantedì 2021 Incontra Dante attraverso la Crusca

Fra le molteplici iniziative di celebrazione del centenario dantesco, segnaliamo le iniziative promosse dall’Accademia della Crusca tramite il proprio canale youtube: www.youtube.com/user/AccademiaCrusca

Giovedì 25 marzo alle ore 11:00, sono stati inaugurati e presentati al pubblico gli spazi interni dell’Accademia, appena riallestiti e dedicati allo studio di Dante. La “Sala Francesco Mazzoni” e la “Sala Dantesca” che ospitano ora un importante fondo bibliotecario e la redazione del Vocabolario dantesco. Il presidente dell’Accademia Claudio Marazzini, le accademiche Giovanna Frosini e Paola Manni (rispettivamente componente del comitato di direzione e direttrice del progetto del Vocabolario) e Stefano Mazzoni, hanno parlato dell’acquisizione del fondo Francesco Mazzoni – comprensivo di volumi, manoscritti e materiali d’archivio donati dalla famiglia del grande dantista e accademico della Crusca – e del progetto del Vocabolario dantesco, nato proprio in vista della ricorrenza del 2021 e frutto della stretta collaborazione tra l’Accademia e l’Istituto del Consiglio Nazionale delle Ricerche Opera del Vocabolario Italiano (CNR-OVI), i cui primi risultati sono già disponibili in rete e accessibili gratuitamente a tutti (www.vocabolariodantesco.it).      

Filosofia della Scienza: seminario di Johannes Stern

Il Dipartimento di Lettere e Filosofia organizza per

Mercoledì, 17 marzo 2021 ore 15

il seminario di Johannes Stern (University of Bristol)

Truth and Subjunctive Theories of Knowledge: No Luck?

Abstract: The paper explores applications of Kripke’s theory of truth in the framework of subjunctive theories of knowledge. Subjunctive theories put forward modal or subjunctive conditions to rule out knowledge by mere luck as to be found in Gettier-style counterexamples to the analysis of knowledge as justified true belief. Because of the subjunctive nature of these conditions the resulting semantics turns out to be non-monotone, even if it is based on non-classical evaluation schemes such as strong Kleene or FDE. This blocks the usual road to fixed-point results for Kripke’s theory of truth relative to the semantics. However, using the theory of quasi-inductive definitions we show that the so-called Kripke jump will have fixed points despite the non-monotonicity of the semantics: Kripke’s theory of truth can be successfully applied in the framework of subjunctive theories of knowledge.

Collegamento riunione: https://unifirenze.webex.com/unifirenze/j.php?MTID=m42251606f7f216335c1c34dcb665e180

Numero riunione: 121 352 2078

Password: 4MPxJGHRe38

L’Università di Firenze per il Giorno della memoria

La ricorrenza del Giorno della Memoria viene celebrata quest’anno dall’Università di Firenze attraverso la condivisione di ricordi, riflessioni, poesie, immagini proposte per questa occasione da studenti, docenti, personale tecnico-amministrativo.

Con l’iniziativa l’Ateneo ha voluto promuovere la partecipazione e il coinvolgimento personale, nonostante le distanze imposte dalle misure sanitarie. I testi fanno parte di una pubblicazione digitale:

RILM FULL TEXT PER UN ANNO

Grazie ad un accordo con EBSCO, le biblioteche SBA avranno accesso gratuitamente per 1 anno alla versione full text della banca dati RILM Abstracts of Music Literature.

In aggiunta agli spogli bibliografici completi di abstract della precedente versione in abbonamento,  RILM Abstracts of Music Literature with full text include circa un milione di pagine di contenuti tratti da oltre 200 periodici provenienti da 50 paesi in 40 lingue, pubblicati dall’inizio del XX secolo ai giorni nostri. La maggior parte della copertura inizia con il primo numero della rivista e include il full text, cover-to-cover, di ogni titolo.

La banca dati è consultabile da Onesearch, tramite proxy se il collegamento avviene dall’esterno alla rete UNIFI.

Nuovo numero di JLIS

E’ online il Vol. 12, No. 1 (2021) di JLIS: “In solis locis turba”. Studi offerti a Graziano Ruffini

A cura di Mauro Guerrini e Maria Enrica Vadalà

In solis sis tibi turba locis(Tibullo , IV, XIII, 12 «Nella solitudine sii per te stesso una folla»)

«Bisogna riservarsi una retrobottega tutta nostra, del tutto indipendente, nella quale stabilire la nostra vera libertà, il nostro principale ritiro e la nostra solitudine. Là noi dobbiamo trattenerci abitualmente con noi stessi, e tanto privatamente che nessuna conversazione o comunicazione con altri vi trovi luogo».

Michel de Montaigne, Essais. I, 39; traduzione di Fausta Garavini

I saggi di vari autori qui raccolti, testimoni di legami e di interessi condivisi in luoghi e in epoche diverse, offrono a Graziano Ruffini un canone bibliografico a più voci, che allieti il suo studiolo con gli echi di una ′turba lectorum et amicorum′.

“Parole rubate”: nuovo numero

E’ online il fascicolo n. 22 di “Parole rubate. Rivista internazionale di studi sulla citazione / Purloined Letters. An International Journal of Quotation Studies“ (rivista di classe “A”):

RUSSIA INTERTESTUALE. CITAZIONI E RISCRITTURE IN AMBITO
SLAVO
a cura di Lucia Baroni, Alice Bravin, Martina
Napolitano

Presentazione

La sorte dei giusti. Citazioni bibliche in alcune pagine della letteratura
slava ecclesiastica

LUCIA BARONI (Università di Udine)

Citazioni musicali in un racconto di Natale di Nikolaj Leskov
ELENA SHKAPA (Moscow City University)

Letteratura e filosofia. Il reimpiego dei materiali nella prosa di Aleksej
Fëdorovič Losev

GIORGIA RIMONDI (Università di Parma)

Una riscrittura biografica. Ivan Turgenev in due scrittori
dell’emigrazione

SILVIA ASCIONE (Università di Roma La Sapienza)

Nuova redazione o nuova opera? La riscrittura di un poema di Il’ja
Sel’vinskij

ANNA KRASNIKOVA (Università Cattolica del Sacro Cuore – Milano)

Citazione e decostruzione nella poesia transfurista di Ry Nikonova
ROBERTA SALA (Università di Torino)

Citazione e autotraduzione. Alcuni versi in un romanzo di Vladimir Nabokov
MARIA EMELIYANOVA (Università Ca’ Foscari – Venezia)

Citazioni all’opposizione. Rimandi intertestuali in Saša Sokolov
NOEMI ALBANESE (Università di Roma “Tor Vergata”)

Un titolo come omaggio. Andrej Levkin riecheggia Saša Sokolov
MARTINA NAPOLITANO (Università di Udine)

Ritrovare la tradizione. Gli scrittori russi in un romanzo di Vladimir
Makanin

CHETI TRAINI (Università di Urbino)

Vladimir Sorokin, un ‘bricoleur’ postmoderno
ANITA ORFINI (Università di Roma Tre)

L’operetta distanziata. Witold Gombrowicz e la rivisitazione ironica di
un genere

NADZIEJA BĄKOWSKA (Uniwersytet Warszawski)

Le icone e i mostri. Citazioni sacre nell’iconografia di un bestiario
contemporaneo

ALICE BRAVIN (Università di Udine)

Citazioni e allusioni corporee in un balletto di Petr Zuska
MATTIA MANTELLATO (Università di Udine)

Intelligenti pauca. Citazioni pittoriche e musicali nel cinema
d’animazione di Andrej Chržanovskij

ANGELINA ZHIVOVA (Università di Udine)

MATERIALI / MATERIALS

Sofocle medioevale. Per la storia di una citazione tragica in area
bizantina

GIOVANNA BATTAGLINO (Università di Salerno)

La maniera epica di Cesare Arici: il modello virgiliano
PAOLO COLOMBO (Università di Trento)

Pierre e Paul, i dettagli del sentimento. Postilla sul bergsonismo di
Pierre Menard

RINALDO RINALDI (Università di Parma)

Temi e lemmi montaliani nel “Conte di Kevenhüller” di Giorgio Caproni
ALBERTO FRACCACRETA (Università di Urbino Carlo Bo)

Open Library of Humanities

Open Library of Humanities è un’organizzazione no-profit sostenuta da un consorzio internazionale di biblioteche, che promuove la pubblicazione ad accesso aperto dei contributi scientifici dell’area umanistica.
I prodotti della ricerca accademica, rigorosamente peer-reviewed, vengono pubblicati su riviste disciplinari pre-esistenti trasitate verso questo nuovo modello economico, o sulla rivista multi-disciplinare OLH Megajournal.
OLH mette a disposizione una piattaforma che garantisce il libero accesso, la diffusione, la conservazione permanente e la gestione delle licenze di riuso.

La Biblioteca Vaticana è online

Prosegue ed è in continua crescita il progetto di digitalizzazione delle raccolte della Biblioteca Vaticana, già avviato nel 2010.

La piattaforma innovativa DigiVatlib fornisce libero accesso a: manoscritti, incunaboli, materiali archivistici e inventariali nonché materiali grafici, monete e medaglie, materiali a stampa (progetti speciali).

All’interno del progetto,è stato di recente pubblicato un percorso tematico sui manoscritti medievali, intitolato Thematic Pathways on the Web – IIIF annotations of manuscripts from the Vatican collections. Realizzato in collaborazione con Andrew W. Mellon Foundation e Stanford University Libraries, il percorso mette l’accento sul livello delle annotazioni e commenti ai testi, offrendosi come importante strumento di approfondimento per gli studiosi della materia.

Nuovo numero di JLIS

E’ online il numero 3, volume 11 (2020) di “JLIS. Rivista italiana di biblioteconomia, archivistica e scienze dell’informazione”.

Nel nuovo numero:

Sommario

Articoli

Rossana Morriello
1-15
Carlo Bianchini, Pasquale Spinelli
16-38
Alberto Salarelli
39-58
Marilena Daquino, Valentina Pasqual, Francesca Tomasi
59-76
Mehdi Dadkhah, Mohammad Lagzian, Fariborz Rahimnia, Khalil Kimiafar
77-98
Tessa Piazzini
99-109
Rosangela Schwarz Rodrigues, Breno Kricheldorf Hermes de Araújo, Laura Lavinia Sabino dos Santos, Ana Lidia Campos Brizola
110-121
Riccardo Pedrini
122-135
Federica Fava
136-150