Nasce all’Umanistica il Centro di documentazione sulle alluvioni di Firenze

yZ91RR_alluvione_arno_1966Il Centro di documentazione sulle alluvioni di Firenze (CEDAF) nasce come parte integrante del Sistema Bibliotecario d’Ateneo, con sede presso la Biblioteca Umanistica nel plesso Brunelleschi.  Si propone di dare accesso alla documentazione raccolta nell’ambito del Progetto Toscana Firenze 2016 arricchita con quella disponibile in formato digitale presso altre istituzioni, di supportare lo sviluppo della conoscenza su questa tematica di particolare rilievo per la città e di favorire iniziative di collaborazione con gli altri enti e istituzioni.

A conclusione del cinquantenario l’Università ha ritenuto strategica la realizzazione di questo Centro, che è stato uno degli obiettivi più significativi del Comitato Toscana Firenze 2016.

Il CEDAF verrà presentato domani, 31 ottobre, nell’Aula magna dell’Ateneo fiorentino (piazza San Marco, 4), durante il convegno “Il cinquantesimo dell’alluvione di Firenze del 1966. Un anniversario diverso”.

L’evento sarà trasmesso in diretta videostreaming.

Al Comitato scientifico di indirizzo del CEDAF partecipano: Accademia delle Arti del Disegno, Archivio di Stato di Firenze, Archivio storico del Comune di Firenze, Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, Fondazione Scienza e Tecnica, Harvard University – Villa i Tatti, Opera del Tempio Ebraico, Opera di S. Croce, Opera di S. Maria del Fiore, Opificio delle Pietre Dure, Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Firenze e le Province di Pistoia e Prato.

Annunci

La collezione del Mauritshuis in Europeana

holbein-detailLe bellissime collezioni del Museo Mauritshuis sono ora pubblicate in alta risoluzione e accessibili liberamente attraverso Europeana.

Il Mauritshuis è famoso per la sua collezione unica di dipinti dei maestri olandesi e fiamminghi dell’età dell’oro. Ospitato in un palazzo del XVII secolo a L’Aia, contiene opere di Rembrandt van Rijn, Johannes Vermeer, Jan Steen, Frans Hals, Hans Holbein il giovane e molti altri grandi artisti.

Eugenio Miccini in mostra all’Umanistica

Eugenio Miccini, Ex Libris, biblioteca in cassetta n_ 2, 1995Dal 25 ottobre al 1 dicembre, nella sala d’accoglienza della Biblioteca Umanistica, si terrà la mostra:

Eugenio Miccini. Se ne vogliamo parlare

INAUGURAZIONE
Sala Comparetti, 25 Ottobre 2017, ore 17,00.
Intervengono Gianna Bennati, Pietro Gaglianò, Rosaria Lo Russo, Lucilla Saccà Stefania Stefanelli

 

La mostra, curata da Lucilla Saccà in occasione del decennale della morte di Eugenio Miccini, espone ex libris, libri oggetto e documenti provenienti dalla collezione di Gianna Bennati e costituisce una ulteriore tappa di approfondimento dopo l’esposizione “Quella che vi abbiamo raccontato è una storia d’amore”, presentata nel novembre-dicembre 2015 alla Biblioteca Civica di Verona.
In linea con il rivoluzionario programma artistico degli anni Sessanta, in una prospettiva poetico-ideologica, intesa come reazione al linguaggio della comunicazione di massa e della propaganda commerciale, Eugenio Miccini è tra i fondatori del Gruppo 70 nel 1963 e del Centro Tèchne e dell’omonima casa editrice nel 1969.
Il suo contributo allo sviluppo della Poesia Visiva è stato determinante per la vasta produzione di  poesia lineare e poi visiva, di saggistica e di critica d’arte. Il suo è un linguaggio iconico-testuale ironico, dalla forte valenza ideologica, caratterizzato dall’interdisciplinarità delle arti, dalla tecnica del collage, come medium prediletto e da un senso di spiazzamento nell’accostamento tra parole e immagini; il libro, come si desume nella mostra, viene inoltre considerato alla stregua di un  manufatto estetico, indagato nella sua struttura e concezione, giocando con le sue infinite possibilità iconiche ed artistiche.

La mostra è corredata dalla proiezione in loop del repertorio performativo e iconografico dell’artista fornito dagli eredi e da importanti collezioni.

Biblioteca Umanistica
Piazza Brunelleschi, 4 – Firenze
25 Ottobre – 1 Dicembre 2017
dal Lunedì al Venerdì – ore 9.00 – 19.00
Ingresso libero

Si ringraziano: Tornabuoni Arte (Firenze), Associazione culturale Colpo di Fulmine (Verona), Gianna Bennati, Corrado Bosi, Simone Ferretti, Giusi Olivieri Bonamini, Alessandro Miccini.
Info: E-mail: infouma@unifi.it – lucilla.sacca@unifi.it
Tel./Cell.: 055/2757812 – 380/1468814 – 328/586482

Invito

Locandina

Libraries Make Their Cities: Marcellus Turner all’Umanistica

Seattle-Public-Library-designrulz-3Martedì 10 ottobre 2017, dalle ore 11.00 alle 13.00, presso la Biblioteca Umanistica (sala Comparetti, piazza Brunelleschi 4 – Firenze), Marcellus Turner (Direttore esecutivo e Chief librarian della Seattle Public Library) terrà una lezione dal titolo:

Libraries Make Their Cities:

The Impact of The Seattle Public Library on the City of Seattle

La lezione di Marcellus Turner sarà introdotta da Mauro Guerrini (Università di Firenze)
L’incontro è organizzato in collaborazione con l’Ambasciata USA di Roma.
La lezione sarà in inglese con un servizio di traduzione simultanea.
Locandina