Nuovo orario di apertura per la Biblioteca di Lettere

Il 30 giugno si conclude la sperimentazione dell’orario prolungato (la sera dal lunedì al venerdì e il pomeriggio del sabato) della biblioteca Umanistica, sede di Lettere, iniziata lo scorso dicembre.

Visto l’esito positivo della sperimentazione, l’Ateneo fiorentino ha avviato le procedure per consolidare l’apertura in orario serale infrasettimanale e al sabato pomeriggio, a partire da gennaio 2020.

Dal 1 luglio, nel frattempo, le due sedi torneranno a osservare l’apertura al pubblico dalle 8.30 alle 19 dal lunedì al venerdì e il sabato mattina dalle 8.30 alle 13.30.

Annunci

Visita guidata alla Biblioteca di Storia dell’arte

Visita guidata e apertura al pubblico dei fondi
Roberto Salvini e Charles de Tolnay
Biblioteca Umanistica – Storia dell’arte  (via della Pegola, 56 Firenze)
Giovedì 13 giugno, ore 16:30
 

Giovedì 13 giugno, alle ore 17:30, la Biblioteca di Storia dell’Arte dell’Università di Firenze apre le porte di due fondi di grande valore storico: il fondo Roberto Salvini e il fondo Charles de Tolnay.

A guidare i visitatori all’interno delle sale che ospitano le collezioni private di Salvini e De Tolnay, accessibili al pubblico solo su richiesta, sarà la dottoressa Carla Milloschi.

La presentazione sarà preceduta, alle 16:30, da una visita guidata alla mostra di arte contemporanea “In punta di piedi” tenuta dalle curatrici Erica Romano e Silvia Bellotti.

Live painting di Chiara Spataro alla Biblioteca di Storia dell’arte

Mercoledì 29 e giovedì 30 maggio, a partire dalle ore 15, nel cortile della Biblioteca di Storia dell’Arte (via della Pergola, 56), l’artista Chiara Spataro realizzerà, alla presenza del pubblico, l’opera site-specific “Origine”.

L’evento si aggiunge ai già previsti all’interno del progetto In punta di piedi a cura di a cura di Erica Romano Silvia Bellotti e organizzato dall’Associazione Forme, che prevede l’installazione graduale di opere d’arte contemporanea di dieci artisti provenienti da tutta Italia all’interno degli spazi della Biblioteca Umanistica dell’Ateneo fiorentino.

Prossimi appuntamenti:

Mercoledì 29 e giovedì 30 maggio, ore 15:00 | live painting di Chiara Spataro
Bibliotalk con l’artista

Giovedì 13 giugno, ore 17:00 | Visita guidata con le curatrici Silvia Bellotti Erica Romano

Giovedì 27 giugno, ore 17:00 | opening Franco Ionda Mom3nto [Miriam Bettarini & Franco Spina]
Bibliotalk con Franco Ionda, performance di Mom3nto

 

Comunicato stampa

All’Umanistica una mostra sulla Serbia durante la Prima Guerra Mondiale

La Serbia e i Serbi
1914 – 1918

Mostra dell’Archivio di Serbia
a cura di Miroslav Perišić e Jelica Reljić

Corridoio Brunelleschi e Chiostro di Levante   
Biblioteca Umanistica
Piazza Brunelleschi 4, Firenze
20 – 31 maggio 2019
dal lunedì al venerdì ore 16.00 – 19.00
Ingresso libero

 

Inaugurazione lunedì 20 maggio ore 18.00
Intervengono: S. E. Goran Aleksic, Massimo Fratini, Marcello Garzaniti, Miroslav Perišić e Simone Malavolti

 

La mostra testimonia gli eventi vissuti dalla Serbia e dal suo popolo durante la Prima Guerra Mondiale, tramite documenti e foto tratti dai fondi e collezioni appartenenti all’Archivio di Stato serbo.

I documenti, qui presentati in copia, riguardano l’inizio della guerra, il bombardamento di Belgrado, le battaglie di Cer e Kolubara, i crimini contro la popolazione civile, il destino del popolo serbo sotto l’occupazione austroungarica e bulgara, il ritiro dell’armata e dei civili serbi attraverso l’Albania, ecc.

Un’attenzione particolare è dedicata ai rapporti serbo-italiani nel periodo 1914 – 1918, illustrati da documenti che testimoniano scambi diplomatici, culturali, educativi e militari tra i due stati. In questa parte tematica della mostra spicca la memoria dei gesti di umanità dei soldati italiani a Valona nel 1916, che seppelliscono i soldati serbi ed ergono un monumento in loro ricordo, così come le prove dell’avvenuta scolarizzazione degli studenti serbi in Italia.

 

Invito

Locandina

 

[Foto: La ritirata attraverso l’Albania nel 1915. Fotografo: Samson Chernov (Archivio di Serbia)]

Percepire la fotografia: Sara Colzi e Federica Rugnone in mostra alla Biblioteca di Storia dell’Arte

Giovedì 16 maggio, ore 17, alla Biblioteca di Storia dell’Arte dell’Università di Firenze, le fotografe Sara Colzi e Federica Rugnone ci accompagnano nel mondo della percezione visiva attraverso esercizi atti a stimolare tutti i nostri organi di senso.

Durante la serata il pubblico presente sarà liberamente invitato a mettersi in gioco, in un’esperienza che consentirà di fruire le opere con un approccio inaspettato.

L’evento si inserisce all’interno della rassegna “In punta di piedi”, una mostra in progress, a cura di Erica Romano e Silvia Bellotti e organizzata dall’Associazione Forme, che prevede l’installazione graduale di opere d’arte contemporanea di dieci artisti provenienti da tutta Italia all’interno delle sale della Biblioteca di Storia dell’Arte a Firenze.

——————————————————————————————-

Mostra di arte contemporanea

In punta di piedi”

a cura di Erica Romano e Silvia Bellotti
in collaborazione con Associazione Culturale Forme

21 Febbraio – 25 Luglio 2019
Biblioteca di Storia dell’Arte dell’Università di Firenze
via della Pergola 56, Firenze
Orario di apertura: dal lunedì al venerdì, ore 9-19

Artisti in mostra:
Adriana Amoruso (Trani, 1991), Sara Colzi (Firenze, 1990), Rosita D’Agrosa (Polla, 1989), Raffaele Di Vaia (Torino, 1969), Tiziano Doria (Venosa, PZ, 1979), Gabriella Furlani (Maracay, Venezuela, 1951), Franco Ionda (Firenze, 1946), Mom3nto [Miriam Bettarini & Franco Spina] (Firenze, 1991 e Cosenza, 1992), Federica Rugnone (Prato, 1987), Chiara Spataro (Como, 1974).

 

CALENDARIO DEGLI EVENTI

Giovedì 16 maggio, ore 17:00 | opening Sara Colzi e Federica Rugnone
Bibliotalk con le artiste

Giovedì 30 maggio, ore 17:00 | live painting di Chiara Spataro
Bibliotalk con l’artista

Giovedì 13 giugno, ore 17:00 | Visita guidata con le curatrici Silvia Bellotti e Erica Romano

Giovedì 27 giugno, ore 17:00 | opening Franco Ionda e Mom3nto [Miriam Bettarini & Franco Spina]
Bibliotalk con Franco Ionda, performance di Mom3nto

Un dibattito sull’ecocritica all’Umanistica

Giovedì 11 aprile 2019, nella sala Comparetti della Biblioteca Umanistica (p.zza Brunelleschi 4 – Firenze) si terrà il seminario

ECOCRITICA – Occasioni di dibattito

L’incontro si prefigge lo scopo di offrire una panoramica sui recenti sviluppi dell’ecocritica, nel ripercorrere le biosfere narrative di alcuni autori della contemporaneità letteraria.

LOCANDINA

Un convegno su ecologia e letteratura all’Umanistica

Narrazioni ecologiche invito

Il Centro Studi Jorge Eielson, in collaborazione con la UNESCO Chairs: “Human Development and Peace Culture” e la Biblioteca Umanistica, organizzano il

II Convegno Internazionale
Narrazioni ecologiche: teoria, pratica e prospettive future


Sala Comparetti della Biblioteca Umanistica (piazza Brunelleschi 4 Firenze)

27 marzo, ore 9.30-19.00

 

Programma:

MATTINA 

ore 09:30 Registrazione dei partecipanti

ore 09:50 Apertura dei lavori e saluti delle autorità

Floriana Tagliabue (Direttrice Biblioteca Umanistica Università di Firenze), Martha Canfield (Università di Firenze – Presidente Centro Studi Jorge Eielson)

 

PRIMA SESSIONE

Modera Carmelo Spadola

ore 10:00 CONFERENZA INAUGURALE

Serenella Iovino (University of North Carolina at Chapel Hill): Environmental Humanities: Teoria, pratica e prospettive

ore 10:30

Paolo Orefice (Università di Firenze – Direttore Cattedra Transdisciplinare UNESCO: “Sviluppo Umano e Cultura di Pace”): E.C.E. (Education citizenship and ecology). Passport for planet. For a transdisciplinar y approach

ore 11:00

Maria Rita Mancaniello (Università di Firenze): Giovani ed ecologia: dalla protesta del presente alla proposta per il futuro

ore 11:20

Antonio Raimondo Di Grigoli (Università di Firenze): Crisi ecologica, crisi culturale e la reazione dei post-millennials

PAUSA CAFFÈ

 SECONDA SESSIONE

Modera Jacopo Caucci 

ore 12:00

Julio Leandro Risso: Paisaje, imagiNación y alteridad. Reflexiones sobre la invención literaria del “desierto” en Argentina

 ore 12:20

Martin Hultman (Chalmers University of Technology – Svezia) e Paul Pulé (Chalmers University of Technology – Svezia – MenAlive Australia): Men and Earth: Redefining masculinities in the face of climate catastrophe

ore 12:40

Roberta Silva (Università di Verona): Un ponte di carta tra pensiero e natura. Il ruolo della narrazione nello sviluppo della consapevolezza ambientale

 

PAUSA PRANZO

***

POMERIGGIO TERZA SESSIONE

Modera Antonella Cancellier

ore 14:30

Martha Canfield (Università di Firenze – Presidente Centro Studi Jorge Eielson): Coscienza ecologica e cultura indigena: omaggio a Humberto Ak’abal

ore 14:50

Aurelio Angelini (Università di Palermo – Presidente CNESA2030 – UNESCO): L’entropia dello sviluppo: la crisi ecologica e la crisi del capitalismo

ore 15:10

Sara Carini (Università Cattolica del Sacro Cuore): La narración del desastre ecológico en Distancia de rescate de Samanta Schweblin: de la realidad al relato fantástico

ore 15:30

Chiara Dionisi (Università di Roma Tre): Ecocritica e teoria del cinema. Per una nuova metodologia di ricerca

ore 15:50

Jacopo Caucci von Saucken (Università di Firenze): Tutela paesaggistica ed artistica del cammino di Santiago come primo itinerario culturale europeo

ore 16:10

Francesca Valdinoci (Università di Firenze): “Non c’è più natura”: la sopravvivenza impossibile in Fin de partie di Beckett e The Road di McCarthy

 

PAUSA CAFFÈ

 

QUARTA SESSIONE

Modera Martha Canfield

ore 16:45

Presentazione del numero monografico “Ecopoetry”, a cura di N. Scaffai, in «Semicerchio. Rivista di Poesia Comparata», dir. F. Stella, n. 58-59, dicembre 2018. Introduce i lavori Michela Landi (Università di Firenze)

ore 17:00

Emanuela Jossa (Università della Calabria): “La verdad ecológica ante todo”: l’ecopoesia di Nicanor Parra

 ore 17:15

Antonella Cancellier (Università di Padova): Botanica e palingenesi in Fábula verde di Max Aub

ore 17:30

Carmelo Spadola (Università della Calabria): La poesia ecologica nell’Uruguay del primo Novecento: il caso di Julio J. Casal e Fernán Silva Valdés

ore 17:45

Giovanna Campani (Università di Firenze): “Buen Vivir, “Sumak Kawsay”, diritti della natura: prospettive latino-americane del rapporto esseri umani e ambiente

ore 18:00 CONFERENZA CHIUSURA LAVORI

Sabina Messeg (scrittrice israeliana, rappresentante dell’eco-poesia). Introduce Martha Canfield.

ore 18:30 LETTURA POETICA

Sabina Messeg: lettura di testi in lingua ebraica e in italiano

 

***

 

Comitato Direttivo:

Martha Canfield Carmelo Spadola

Comitato Scientifico:

Amalia Barchiesi (Università di Macerata) Giovanna Campani (Università di Firenze) Antonella Cancellier (Università di Padova) Martha Canfield (Università di Firenze)

Michela Craveri (Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano) Serenella Iovino (University of North Carolina at Chapel Hill) Emanuela Jossa (Università della Calabria)

Maria Rita Mancaniello (Università di Firenze)

Julio Leandro Risso (Universidad Nacional de Tierra del Fuego) Margara Russotto (University of Massachusetts, Amherst) Carmelo Spadola (Università della Calabria)

 

Programma