Upgrade della banca dati RILM Abstracts

 

RILM Abstracts of Music Literature

RILM Abstracts of Music Literature (Répertoire International de Littérature Musicale),  bibliografia completa che copre tutti gli aspetti della ricerca musicale,  estende la copertura fino al 1800. La banca dati passa dalla precedente versione che comprendeva record dal 1967 ad oggi, a quella arricchita dal 1800 ad oggi. Gli utenti istituzionali dell’Ateneo fiorentino potranno ora accedere ad oltre 1 milione di records bibliografici che documentano gli studi musicali di tutti i Paesi e di tutte le lingue, mentre in precedenza i records erano circa 810.000.

Giornata della memoria: un convegno all’Umanistica

In occasione del Giorno della Memoria 2020, martedì 28 gennaio alle ore 15.30, presso la Sala Comparetti (Biblioteca Umanistica, piazza Brunelleschi 3-4), si terrà un convegno dal titolo

Distilla veleno una fede feroce

(E. Montale)

Shoà e letteratura

L’incontro, patrocinato dalla Comunità Ebraica di Firenze, è organizzato dalla Fondazione il Fiore e dal Dipartimento di Formazione, Lingue, Intercultura, Letterature e Psicologia dell’Università degli Studi di Firenze, con la collaborazione della Biblioteca Umanistica.

Saluti:

Floriana Tagliabue, Direttore della Biblioteca Umanistica, Università degli Studi di Firenze
Ersilia Menesini, Direttore del Dipartimento FORLILPSI, Università degli Studi di Firenze
Maria Giuseppina Caramella, Presidente della Fondazione il Fiore
Marco David Liscia, Presidente della Comunità Ebraica di Firenze

Introduce e coordina:

Ida Zatelli, Università degli Studi di Firenze

Intervengono:

Alberto Cavaglion, Università degli Studi di Firenze
Primo Levi e la questione delle fonti letterarie

Valeria Dei, PhD Università di Pisa – Université Sorbonne Nouvelle, Paris 3
Irène Némirovsky e l’impossibile oblio delle origini

Alberto Legnaioli, Università degli Studi di Firenze
Aharon Appelfeld e la figura del sopravvissuto nella letteratura israeliana

Daniel Vogelmann, Casa Editrice Giuntina, Firenze
Testimonianza di un figlio della Shoà

 

Per informazioni: 055.225074

Locandina

Mostra virtuale sul duello nell’Italia unita

E’ online la  mostra virtuale Scontri di carta e di spada: il duello nell’Italia unita tra storia e letteratura a cura di Irene Gambacorti e Gabriele Paolini, con la collaborazione della Biblioteca Umanistica.

La mostra racconta alcuni momenti della storia dell’istituto duellistico in Italia, fondato su leggi cavalleresche e su codici d’onore che affondano le radici nel passato lontano, e che nei decenni successivi all’Unità d’Italia vede una particolare diffusione. Fino alla Grande Guerra e al ventennio fascista, pur con numeri più esigui, la pratica del duello fornisce alla nuova classe dirigente miti e riti identitari, spesso passando attraverso letteratura, teatro, arti.

La mostra virtuale costituisce lo sviluppo e l’ampliamento della mostra documentaria allestita presso la Biblioteca Umanistica dell’Università di Firenze dal 26 settembre al 30 ottobre 2018, e si affianca al volume di Irene Gambacorti – Gabriele Paolini Scontri di carta e di spada: il duello nell’Italia unita tra storia e letteratura (Pisa, Pacini, 2019), che sarà presentato il prossimo 5 marzo, nell’ambito del progetto di ricerca omonimo finanziato dall’Ateneo fiorentino (Progetti competitivi RTD 2016).

Due mostre su Boccaccio all’Umanistica

Decameron secondo Guévørk Aivazian

Mostra d’arte alla Biblioteca Umanistica

Corridoio Brunelleschi
Piazza Brunelleschi, 4 – Firenze

13 – 20 dicembre 2019
Orari: tutti i giorni ore 14:00 – 18:00

Ingresso libero

Inaugurazione giovedì 12 dicembre ore 17.00

 

L’esposizione presenta i disegni preparatori della monumentale installazione con la quale il giovane artista russo Guévørk Aivazian ha vinto la seconda edizione del Premio Anna Morettini, dedicata al Decameron di Giovanni Boccaccio.

Costituita nel 2016, l’Associazione culturale Anna Morettini promuove l’arte contemporanea attraverso mostre, sponsorizzazioni e un premio dedicato agli artisti sotto i 45 anni, annualmente assegnato da una prestigiosa giuria di personalità del mondo dell’arte e della cultura ad artisti la cui opera testimoni di una vera ricerca e di uno sguardo su Firenze, sul Rinascimento fiorentino e sulle principali questioni dell’arte contemporanea.

Guévørk Aivazian, nato nel 1989 in Azerbaidjan, SSR (USSR – attuale Repubblica di Azerbaidjan), è un artista francese di origini armene. La sua ricerca si caratterizza per un approccio multidisciplinare, in cui dialogano arte, letteratura, sociologia, geografia e storia. Vive e lavora a Parigi.

In occasione dell’evento, la Biblioteca Umanistica riallestirà nei suoi locali la mostra Libri e lettori di Boccaccio nelle collezioni della Biblioteca, organizzata nel 2013 per celebrare il settecentenario della nascita di Giovanni Boccaccio.

La mostra bibliografica rimarrà aperta dal 13 dicembre 2019 al 31 gennaio 2020, dal lunedì al venerdì con orario 8:30 – 19:00, e il sabato dalle 8:30 alle 13:30. Dal 7 gennaio l’orario di apertura sarà prolungato dal lunedì al venerdì fino alle 23.00, il sabato fino alle 19.00.

 

Comunicato stampa

Locandina

L’Umanistica acquista gli Schriften und Nachlaß di Winckelmann

Sono arrivati in Biblioteca i primi 5 volumi dell’importante edizione dell’opera omnia di Johann Joachim Winckelmann, Schriften und Nachlaß, acquisita dalla
Biblioteca in occasione dell’allestimento della mostra

UN INVITO A WINCKELMANN

DALLE RACCOLTE DELLA BIBLIOTECA

L’edizione, curata dall’Accademia delle scienze e della letteratura di Magonza e dall’Accademia delle scienze di Erfurt insieme alla Winckelmann Society di Stendal è un progetto interdisciplinare che tiene conto degli aspetti archeologici, filologici, artistici oltre che della storia culturale dell’opera di Winckelmann. Oltre alla produzione di testi e commenti sulla storia del linguaggio, l’attenzione principale è rivolta ai commenti su monumenti, persone, eventi citati da Winckelmann. I riferimenti a passaggi paralleli in altre opere, in lettere o nei manoscritti rendono visibili le connessioni tra ogni singolo testo e l’opera completa, nonché con la biografia di Winckelmann.

L’edizione mette inoltre per la prima volta a disposizione degli studiosi ampie parti di manoscritti ancora inediti e, per la prima volta, offre un apparato iconografico di tutte le antichità trattate da Winckelmann.

Nuovo orario di apertura per la Biblioteca di Lettere

Il 30 giugno si conclude la sperimentazione dell’orario prolungato (la sera dal lunedì al venerdì e il pomeriggio del sabato) della biblioteca Umanistica, sede di Lettere, iniziata lo scorso dicembre.

Visto l’esito positivo della sperimentazione, l’Ateneo fiorentino ha avviato le procedure per consolidare l’apertura in orario serale infrasettimanale e al sabato pomeriggio, a partire da gennaio 2020.

Dal 1 luglio, nel frattempo, le due sedi torneranno a osservare l’apertura al pubblico dalle 8.30 alle 19 dal lunedì al venerdì e il sabato mattina dalle 8.30 alle 13.30.

Visita guidata alla Biblioteca di Storia dell’arte

Visita guidata e apertura al pubblico dei fondi
Roberto Salvini e Charles de Tolnay
Biblioteca Umanistica – Storia dell’arte  (via della Pegola, 56 Firenze)
Giovedì 13 giugno, ore 16:30
 

Giovedì 13 giugno, alle ore 17:30, la Biblioteca di Storia dell’Arte dell’Università di Firenze apre le porte di due fondi di grande valore storico: il fondo Roberto Salvini e il fondo Charles de Tolnay.

A guidare i visitatori all’interno delle sale che ospitano le collezioni private di Salvini e De Tolnay, accessibili al pubblico solo su richiesta, sarà la dottoressa Carla Milloschi.

La presentazione sarà preceduta, alle 16:30, da una visita guidata alla mostra di arte contemporanea “In punta di piedi” tenuta dalle curatrici Erica Romano e Silvia Bellotti.