Un convegno sull’emigrazione intellettuale in epoca fascista

Si svolgerà domani 18 dicembre, dalle 9:00 alle 18:00,  il Convegno internazionale di studi organizzato da Patrizia Guarnieri con la Regione Toscana e  la New York Library:

L’emigrazione intellettuale dall’Italia fascista:

studenti e studiosi ebrei dell’Università di Firenze in fuga all’estero

(Università degli studi di Firenze, Rettorato, Aula Magna, piazza San Marco 4  –

Dipartimento di Storia, Archeologia, Geografia, Arte e Spettacolo (SAGAS), Aula Magna, via San Gallo, 10)

Durante il fascismo furono molti gli intellettuali che per motivi politici e razziali lasciarono l’Italia, da soli o con le loro famiglie per cercare libertà e lavoro qualificato in altri paesi europei, nelle Americhe, in Inghilterra e in Palestina (’Eretz-Yisra’el). Di questo importante fenomeno non abbiamo ancora un’adeguata cognizione, specie se si pensa non solo agli accademici più noti che furono espulsi, ma agli studenti e ai giovani studiosi precari colpiti dalle leggi razziali che costituirono delle perdite quasi invisibili, facilmente cancellabili, e che non avevano un posizione universitaria di ruolo dove eventualmente tornare dopo il fascismo. Furono soprattutto loro ad emigrare, alcuni due volte come gli ebrei stranieri che si erano prima rifugiati in Italia. Dall’Università di Firenze quanti decisero di andarsene e dove? Quali le conseguenze della migrazione intellettuale nelle comunità scientifiche di origine e di accoglienza? E come reagirono alle perdite l’università e le comunità scientifiche italiane nel dopoguerra? Quei “cervelli in fuga” rappresentano, per il nostro paese, il futuro della cultura e della scienza di allora e il recente passato su cui riflettere oggi. Oltre al convegno, il progetto prevede un e-book di voci bio-bibliografiche degli Intellettuali in fuga dall’Italia fascista (FUP).

Programma (pdf)

Locandina (pdf)

Annunci

Un incontro sulla poesia uruguayana all’Umanistica

Domani, 13 dicembre 2018, ore 17.00 presso la Sala Comparetti della Biblioteca Umanistica (piazza Brunelleschi 3/4 – Firenze), il Centro Studi Jorge Eielson e la Biblioteca Umanistica dell’Università di Firenze organizzano una conferenza su La poesia uruguayana tenuta dalla prof. Martha Canfield, docente di Letteratura ispanoamericana dell’Università di Firenze.

Un convegno sul ’68 all’Università di Firenze

Dal 29 novembre al 1 dicembre si terrà a Firenze il convegno triennale del Centro Italiano per la Ricerca Storico Educativa:

AUTORITA’ IN CRISI: SCUOLA, FAMIGLIA, SOCIETA’ PRIMA E DOPO IL ’68

Il ricorrere dei 50 anni del movimento studentesco del 1968 offre numerose occasioni celebrative, di studio e di riflessione su quel passaggio nodale della storia del nostro Paese. Il ’68, come è noto, è stato uno spartiacque simbolico fra il passato e il futuro; ha rappresentato il rifiuto dei modelli autoritari a scuola (specialmente quelli del corpo insegnante), in famiglia, nella Chiesa, nella società tutta. E’ stato motore e allo stesso tempo risultato e sintesi di cambiamenti epocali che in quel periodo hanno investito il mondo del lavoro e dell’economia, i modelli familiari e gli stili educativi scolastici ed extra-scolatici, il modo di relazionarsi e quello di divertirsi, di rapportarsi con il mondo intero e di pensare.
Il Convegno triennale Cirse  intende dunque muovere da questa importante ricorrenza per organizzare tre giornate di studio con l’intento di superare non solo la prospettiva celebrativa, ma anche il recinto della discussione sulla scuola e sul movimento studentesco, su cui spesso gli studi storico educativi si sono concentrati, per invitare a riflettere e confrontarsi sugli svariati fenomeni che scaturirono o che furono complementari e coevi alla “contestazione”.

Programma principale – dépliant

Convegno su Petronio all’Umanistica

Il 2 e 3 novembre 2018, nella Sala Comparetti della Biblioteca Umanistica (piazza Brunelleschi 4, Firenze), si svolgerà il Convegno

Un cantiere Petroniano.

Cena Trimalchionis: edizione e commento

 

Programma:

giovedì 2 novembre ore 14.30

Saluti di apertura

ANTONIO STRAMAGLIA (Università di Bari) Fra testo e immagine. Una raccolta di novelle nella Roma di Augusto

GIULIO VANNINI (Università per Stranieri di Perugia) Dall’ordine al caos: a cena con Trimalchione

STEFANO POLETTI (Scuola Normale Superiore / Universität Rostok) Riflessioni sul florilegio a partire dalle cosiddette sette sentenze

ERNESTO STAGNI (Università di Pisa) Come un’appendice: osservazioni sulla tradizione manoscritta di Petronio nei secoli XII-XV Discussione

 

venerdì 3 novembre ore 9.30

ANDREA CUCCHIARELLI (Sapienza Università di Roma) “Cultura” e tecnica narrativa nella Cena: autore, narratore, personaggi

GIOVANNI ZAGO (Università di Firenze) Publilio Siro o Petronio? Intorno ai senari giambici di Sat. 55,6

FABIO GUIDETTI (Humboldt-Universität zu Berlin) Adventus e apoteosi: la decorazione pittorica della casa di Trimalchione

COSTAS PANAYOTAKIS (University of Glasgow) Slavery and beauty in Petronius

MARIO LABATE (Università di Firenze) Nihil sine ratione facio: la struttura enigmistica della Cena

Discussione

Petronio – locandina

Il 15 novembre 2018, alle ore 17.00, presso la Sala Comparetti della Biblioteca Umanistica (piazza Brunelleschi 4 Firenze), la prof. Martha Canfield, docente di Letteratura ispanoamericana dell’Università di Firenze, terrà la conferenza

La poesia argentina 

dalla gauchesca a Borges e oltre
Con questo incontro il Centro Studi Jorge Eielson riprende il Ciclo di conferenze “La Poesía Hispanoamericana” iniziato a Gennaio 2018 nei locali del Consolato peruviano e sospeso nel mese di giugno. Le rimanenti conferenze si terranno nella Sala Comparetti della Biblioteca umanistica dell’Università di Firenze.
 
A coloro che al termine del ciclo avranno assistito ad almeno 8 conferenze verrà rilasciato un Attestato di partecipazione.

Un convegno sul Graphic novel all’Umanistica
















Nei giorni 8 e 9 novembre, presso la Sala Comparetti della Biblioteca Umanistica (piazza Brunelleschi 4 Firenze) si terrà il Convegno:

Un crossover per la modernità letteraria: il graphic novel

Questo il programma:

GIOVEDÌ 8 NOVEMBRE 2018

Ore 14. 30 Saluti istituzionali

Nicholas Brownlees, Direttore del Dipartimento di Lingue Letterature e Studi Interculturali

Floriana Tagliabue, Direttrice della Biblioteca umanistica

Introduzione di Elisabetta Bacchereti, organizzatrice e responsabile scientifico del convegno

Ore 15.00 Stefano Calabrese (Università di Modena e Reggio Emilia), Un matrimonio semiotico tra parole e immagini

Ore 15.30 Valentina Conti (Università di Modena e Reggio Emilia), Visual storytelling: un confronto interculturale

Ore 16.00 Fernando Cioni (Università di Firenze), Remaking e refashioning A Midsummer Night’s Dream: cartoons, fumetti, manga e graphic novels

Ore 16.30, Thomas Pistoia (Scrittore), Come nasce un fumetto

Ore 17.00 Pausa

Ore 17.15 Elena Zagaglia (Università di Modena e Reggio Emilia), Graphic Novel e neurocognitivismo

Ore 17.45 Simone Rebora (Georg-August-Universität Göttingen), Verso una stilometria del graphic novel: problemi di teoria e metodo

18.15 Valentina Nocentini (Università di Firenze), Ulisse per immagini. Odissea. A Graphic Novel di Egidio Viola

VENERDÌ 9 NOVEMBRE 2018

Ore 9.30, Valentina Fiume (Università di Firenze), Ex-vocare: l’immagine e la parola nel Poema a fumetti di Dino Buzzati

Ore 10.00, Diego Salvadori (Università di Firenze), Io nell’immagine: Hugo Pratt e Andrea Pazienza

Ore 10.30 Eleonora Brandigi (Comune di Firenze), La vittoria del graphic novel. Le tre corone del graphic novel contemporaneo in Italia

Ore 11.00 Giovanna Lo Monaco (Università di Firenze), Il graphic novel tra avanguardia e underground: il caso di Pablo Echaurren.

Ore 11.30, Pausa

Ore 11.45 Beatrice Tottossy (Università di Firenze), Gli Zombie dell’Occidente. Graphic novel e (ri)produzione della memoria letteraria

Ore 12.15, Federico Fastelli (Università di Firenze), Adattamenti e riscritture dei “classici” nel graphic novel

Ore 12.45, Erika Bertelli (Università di Firenze), Chi pubblica il graphic novel? Il graphic novel nel panorama editoriale italiano

Ore 13,15 Discussione e chiusura dei lavori (a moderare dibattito e sedute Elisabetta Bacchereti

Programma

All’Umanistica una mostra sulle donne in manicomio in epoca fascista

Fiori del male

I fiori del male

Donne in manicomio nel regime fascista. Mostra all’Umanistica.

Mostra foto-documentaria a cura di Annacarla Valeriano e Costantino Di Sante

 

Biblioteca Umanistica – Corridoio Brunelleschi 
Piazza Brunelleschi 4, Firenze

17 – 31 ottobre 2018

dal lunedì al venerdì
ore 10-12 e 16.30-18.30
Ingresso libero

Inaugurazione mercoledì 17 ottobre 2018, ore 17.00 (Sala Comparetti)

 

La mostra ritrae tante donne che durante l’epoca fascista furono rinchiuse in manicomio, anche a causa dell’ampliamento del concetto di devianza tipico del Ventennio. Tra le maglie delle istituzioni totali rimasero imbrigliate anche quelle donne che non seppero esprimere personalità adattate agli stereotipi culturali del regime o non assolsero completamente ai nuovi doveri imposti dalla “Rivoluzione Fascista”.

Sono figlie, madri, mogli, spose, amanti vissute durante gli anni del regime fascista. Ai volti delle ricoverate sono affiancati diari, lettere, relazioni mediche che raccontano la femminilità a partire dalla descrizione di corpi inceppati e restituiscono l’insieme di pregiudizi che hanno alimentato storicamente la devianza femminile.

La mostra è stata realizzata dalla Fondazione Università degli Studi di Teramo in collaborazione con il Dipartimento di Salute Mentale della Asl di Teramo e l’Archivio  di Stato di Teramo, da cui sono tratti in larga parte i materiali documentari al centro del percorso espositivo. Ha ottenuto il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero dei Beni e Attività Culturali, della Regione Abruzzo.

Questa edizione dell’esposizione, ultima di una serie che l’ha vista presente in molte città d’Italia, è promossa e realizzata da Libere Tutte, Arci, Cgil Firenze e Metropoli, in collaborazione con il Comune di Firenze e la Biblioteca Umanistica dell’Università degli Studi di Firenze.

L’evento è inserito all’interno del Festival dei diritti organizzato dal Comune di Firenze.

Maggiori informazioni

 

 

Locandina