Nuovo numero di JLIS

E’ online il numero 2 (maggio 2019) , vol 10 di “JLIS. Rivista italiana di biblioteconomia, archivistica e scienze dell’informazione”.

 

Nel nuovo numero:

Essays

Gianfranco Crupi. Volvelles of knowledge. Origin and development of an instrument of scientific imagination (13th-17th centuries)

Roberto Guarasci, Anna Rovella, Erika Pasceri, Assunta Caruso. Il concetto di originale di un documento digitale nelle intercettazioni di comunicazioni nel processo penale

Marilena Daquino. Archivi Fotografici per la Storia dell’Arte e Semantic Web. Problemi, Risorse e Linee di Ricerca

Federico Meschini. Testi e computazioni, meccanismi e astrazioni. Dualismo ed edizioni digitali

Valentina Atturo. Indicizzazione semantica in SBN. Questioni, problemi, nuove sfide

Contributes

Belén Álvarez-Bornstein, Michela Montesi. Who is interacting with researchers on Twitter? A survey in the field of Information Science

Matus Formanek, Erika Sustekova, Vladimir Filip. The progress of web security level related to European open access LIS repositories between 2016 and 2018

 

Annunci

“Parole rubate”: nuovo numero

E’ online il nuovo fascicolo di “Parole rubate” ( n. 19, 2019), numero speciale intitolato

Tracce, memorie e sintomi.

La citazione tra filologia, letteratura e linguistica

a cura di Marco Duranti (Università di Verona), Jacopo Galavotti (Università di Padova), Marco Magnani (Università di Verona), Marco Robecchi (Universität Zürich)

La rivista, interamente open access, ha ottenuto la classificazione “A” da parte dell’Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca (ANVUR).

Vai all’Indice e consulta il fascicolo online


Online gli autografi di Antonio Vivaldi

Sono stati digitalizzati e resi disponibili online i 27 volumi manoscritti quasi interamente autografi di Antonio Vivaldi (Venezia, 1678 – Vienna, 1741) tratti dalle Raccolte Foà e Giordano e custoditi dalla Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino.  Si tratta di manoscritti di composizioni musicali, non mancano belle copie autografe, alcuni manoscritti parzialmente autografi e copie di altre mani. In essi sono rappresentati tutti i generi in cui il compositore ha operato: vi si trovano le partiture di opere teatrali, serenate e gran parte delle cantate e delle composizioni vocali sacre, mentre i numerosissimi brani strumentali testimoniano tipologie sconosciute altrove.

Online il Portale storico della Presidenza della Repubblica

Il Portale storico della Presidenza della Repubblica rende  disponibile online il patrimonio conservato dall’Archivio storico del Quirinale.
Notizie d’archivio, documenti, fotografie, dati, percorsi tematici e risorse digitali trasmettono la memoria dei Capi dello Stato dell’Italia repubblicana; testimoniano in modo capillare le attività, gli interventi e i discorsi dei Presidenti della Repubblica e dell’Amministrazione che opera a supporto della figura presidenziale; rappresentano il Paese che ne costituisce lo sfondo; raccontano le vicende del Palazzo del Quirinale, ieri palazzo dei papi e dei re, oggi sede della massima carica dello Stato repubblicano.

I numeri del Portale (aggiornati a febbraio 2019): 44.350 eventi, tra udienze, impegni pubblici e privati dei Presidenti; 1.729 visite in Italia e 357 viaggi all’estero; 16.269 pagine di diario digitalizzate; 168.294 fotografie; 11.436 complessi archivistici; 6.523 discorsi e interventi; 5.249 atti firmati; 11.835 comunicati delle presidenze Ciampi e Napolitano; 109 volumi in Biblioteca digitale per un totale di 22.673 pagine in formato digitale; 75 soggetti produttori e 762 strutture organizzative; 131 biografie di consiglieri e consulenti

Acta sanctorum database

La Biblioteca Umanistica ha acquisito in accesso perpetuo la banca dati Acta Sanctorum, versione elettronica dell’opera a stampa in 68 volumi, pubblicati fra il 1643 e il 1940.

Si tratta della principale collezione delle fonti letterarie relative ai santi della Chiesa cattolica. Le singole monografie, nell’ordine cronologico del calendario romano, sono suddivise in tre parti: biografia, storia del culto ed edizione delle fonti letterarie accompagnate da una valida esegesi critica.

La risorsa è accessibile agli utenti istituzionali a partire dalla sezione banche dati di OneSearch su tutte le postazioni di Ateneo e dall’esterno attraverso il server proxy.

Archivio dei periodici musicali italiani

L’Archivio digitale di periodici musicali italiani del Centro internazionale periodici musicali di Parma (CIRPeM) copre l’arco temporale dall’inizio del XIX secolo ai giorni nostri e costituisce la maggior raccolta specializzata del settore oggi esistente in Italia. La raccolta esemplifica l’intero panorama dell’informazione di argomento musicale e musicale/teatrale, annoverando tutte le testate italiane più significative: dal XIX secolo, quando in Italia è nata una stampa periodica strettamente musicale e teatrale, è fiorita  un’editoria specializzata che ha portato alla pubblicazione di centinaia di testate di varia durata e importanza (circa 1600 censite dal CIRPeM dall’inzio del XIX secolo ai giorni nostri).  I periodici di interesse musicale costituiscono una risorsa fondamentale per la ricerca storica sulla musica e le sue implicazioni economiche e sociali degli ultimi duecento anni.

L’Année philologique cambia piattaforma

L’Année philologique, la bibliografia di riferimento  per le pubblicazioni accademiche relative alla civiltà greca e romana, è ora accessibile via piattaforma Brepolis.

Contiene:
* Più di 860.000 riferimenti bibliografici
* Circa 14.000 nuove voci ogni anno
* Più di 1.000 riviste regolarmente censite

Per ulteriori informazioni scarica la brochure.