Nuovo numero di JLIS

E’ online il  numero 9 (1) di JLIS.it, Italian Journal of Library, Archives, and Information Science.

Si tratta di un fascicolo speciale dedicato al convegno EURIG2017, sponsorizzato da Casalini Libri
e svolto tra Firenze e Fiesole l’8 e il 9 maggio 2017.

Indice dei contenuti:

* Nuovi termini per nuovi concetti: riflessioni sulla traduzione
italiana di RDA, Carlo Bianchini, Mauro Guerrini (ENG)
* Rapporto Annuale EURIG 2016-2017, Alan Danskin (ENG)
* Traduttore, traditore: RDA in ebraico come una versione dei Settanta,
Ahava Cohen (ENG)
* L’implementazione di RDA a Casalini, Giovanni Aldi (ENG)
* Riepilogo degli interventi e delle presentazioni dell'”Open Seminar
on RDA in Europe: a reality and a challenge”, Gabriele Meßmer (ENG)
* RDA in Turchia: prospettive ed Esperienze delle
Biblioteche, Tolga Çakmak (ENG)
* L’implementazione di RDA nell’Associazione URBE, Stefano Bargioni
(ENG)
* In che modo RDA è essenziale nei processi di riconciliazione e
conversione per Linked Data di qualità, Tiziana Possemato (ENG)
* L’Associazione IRIS (Firenze, Italia) e RDA: prospettive e
possibilità da una (Non!) opposizione, Margaret D’Ambrosio (ENG)
* L’implementazione di RDA e la comparsa di BIBFRAME, Magda El-Sherbini
(ENG)
* L’identificazione delle entità nella collezione di Linked Data
“Rainis and Aspazija” (RunA), Anita Goldberga, Maira Kreislere, Anita
Rasmane, Aiva Stürmane, Edgars Salna (ENG)
* Rapporto sulla traduzione italiana di RDA, Simonetta Buttò (ENG)
* Rapporto dei gruppi di lavoro Program for Cooperative Cataloging
sugli URI in MARC e BIBFRAME, Jackie Shieh (ENG)
* RDA, Linked Data e la fine della media, Philip Schreur (ENG)
* Resource Description and Access e il modello concettuale Records in
Contexts. A Conceptual Model for Archival Description: oggetti
comparabili?, Giorgia Di Marcantonio (ITA)
* RDA e archivi: ricerca di un raccordo tra mondi diversi, Susanna
Peruginelli, Marco Rulent, Silvia Bruni, Caterina Del Vivo, Laura
Manzoni, Francesca Capetta, Carlo Vivoli (ITA)

Annunci

Nuova banca dati in abbonamento

Letters_logoLa Biblioteca Umanistica ha sottoscritto l’abbonamento alla banca dati

Ut per litteras apostolicas (LITPA)

Si tratta della versione elettronica di Registres et lettres des Papes du XIIIe siècle, opera in 32 volumi edita a Roma nel 1899, e dei 48 volumi di Registres et lettres des Papes du XIVe siècle.  Contiene in aggiunta una serie di documenti inediti relativi ai pontificati di Gregorio XI e Urbain V.
Ut per litteras apostolicas offre informazioni fondamentali sui più svariati aspetti della società medievale: istituzioni ecclesiastiche, clero, stati pontifici, potere politico,  giurisdizione, tassazione, amministrazione e finanze, società secolare, vita religiosa, insegnamento, vita intellettuale e artistica, economia, guerra, violenza e criminalità, ambiente e disastri naturali, vita quotidiana.

La banca dati è accessibile agli utenti istituzionali dell’Ateneo fiorentino, per un massimo di 3 accessi simultanei.

Edizione digitale delle lettere di Vespasiano da Bisticci

vlib07Edizione digitale delle Lettere di Vespasiano da Bisticci, copista fiorentino vissuto nell’arco del XV secolo, realizzata a cura di  Francesca Tomasi, ricercatrice presso il Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica dell’Università di Bologna.

Le lettere, inviate e ricevute e fino ad oggi rintracciate, sono navigabili attraverso un sistema di faccette tematiche (corrispondente, data, luogo, segnatura). L’edizione è accompagnata da strumenti filologici di orientamento e guida (indice delle parole sotto forma di authoritiestavola sinotticanota filologica, descrizione dei testimoni). Le lettere sono accompagnate da informazioni contestuali (la raccolta delle lettere, i corrispondenti, i manoscritti realizzati dalla scuola, i copisti di Vespasiano, le biblioteche prodotte) necessarie ad inserire i documenti in una prospettiva metatestuale in evoluzione e aggiornamento costante, anche in futura dimensione collaborativa.

La collezione del Mauritshuis in Europeana

holbein-detailLe bellissime collezioni del Museo Mauritshuis sono ora pubblicate in alta risoluzione e accessibili liberamente attraverso Europeana.

Il Mauritshuis è famoso per la sua collezione unica di dipinti dei maestri olandesi e fiamminghi dell’età dell’oro. Ospitato in un palazzo del XVII secolo a L’Aia, contiene opere di Rembrandt van Rijn, Johannes Vermeer, Jan Steen, Frans Hals, Hans Holbein il giovane e molti altri grandi artisti.

Center for Creative Photography in Artstor

center_creative_photography_preservationIl Centro per la Fotografia Creativa dell’Università dell’Arizona ha reso disponibili circa 36.000 fotografie nella Biblioteca Digitale Artstor. Il Centro è riconosciuto a livello internazionale come uno dei migliori musei d’arte accademici  e centri di studio per la storia della fotografia.

E’ stato inaugurato nel 1975, con gli archivi di cinque maestri della fotografia contemporanea – Ansel Adams, Wynn Bullock, Harry Callahan, Aaron Siskind e Frederick Sommer – ed è cresciuto fino a comprendere 239 collezioni d’archivio. Tra queste, troviamo le raccolte di alcuni fra i nomi più noti della fotografia nordamericana del XX secolo: W. Eugene Smith, Lola Alvarez Bravo, Edward Weston e Garry Winogrand.

Vai alla collezione

Europeana fashion: una grande collezione digitale di moda

modaEuropeana fashion è un database condiviso dedicato alla moda e alla storia del costume contenente migliaia di immagini provenienti dalle principali collezioni europee pubbliche e private, compresi archivi e biblioteche.

Attualmente partecipano al progetto, arricchendone i contenuti:

Museo Salvatore Ferragamo (IT) Emilio Pucci Archive (IT)
Centraal Museum Utrecht (NL) ModeMuseum Antwerp (BE)
Victoria & Albert Museum (UK) Les Arts Décoratifs (FR)
Archivio Missoni (IT) Rijksmuseum (NL)
Rossimoda Shoe Museum (IT) Stiftung Preussischer Kulturbesitz (DE)
Catwalk Pictures (BE) Pitti Immagine (IT)
ModeMuseum Hasselt (BE) Nordiska Museet (SE)
Netherlands Institute for Sound and Vision (NL) Peloponnesian Folklore Foundation (GR)
Amsterdam Museum (NL) Israel Museum Jerusalem (IL)
Museo del Traje (ES) MUDE (PT)
Belgrade Museum of Applied Arts (RS) Fondazione Cerratelli (IT)
Gemeentemuseum Den Haag (NL) Fries Museum (BE)
ITS International Talent Support (IT) Shoes or no shoes (BE)
Galleria del Costume Palazzo Pitti (IT) Royal Museums Arts and History (BE)
Royal Library of Belgium (BE) Stockholm University (SE)
TextielMuseum (NL) Wien Museum (AT)
Fondazione Gianfranco Ferré (IT) Paul van Riel (NL)