Nuovo numero di JLIS

E’ online il numero 2 (maggio 2019) , vol 10 di “JLIS. Rivista italiana di biblioteconomia, archivistica e scienze dell’informazione”.

 

Nel nuovo numero:

Essays

Gianfranco Crupi. Volvelles of knowledge. Origin and development of an instrument of scientific imagination (13th-17th centuries)

Roberto Guarasci, Anna Rovella, Erika Pasceri, Assunta Caruso. Il concetto di originale di un documento digitale nelle intercettazioni di comunicazioni nel processo penale

Marilena Daquino. Archivi Fotografici per la Storia dell’Arte e Semantic Web. Problemi, Risorse e Linee di Ricerca

Federico Meschini. Testi e computazioni, meccanismi e astrazioni. Dualismo ed edizioni digitali

Valentina Atturo. Indicizzazione semantica in SBN. Questioni, problemi, nuove sfide

Contributes

Belén Álvarez-Bornstein, Michela Montesi. Who is interacting with researchers on Twitter? A survey in the field of Information Science

Matus Formanek, Erika Sustekova, Vladimir Filip. The progress of web security level related to European open access LIS repositories between 2016 and 2018

 

Annunci

Persone e saperi LGBTIQ+ all’Università: un convegno

Venerdì 17 maggio, dalle 9:30 alle 18:00, presso la Sala Comparetti della Biblioteca Umanistica (piazza Brunelleschi 4, Firenze) si svolgerà il convegno

 

Formare e trasformare le persone e i sapere LGBTIQ+ nel mondo universitario e scolastico

 

L’iniziativa è a cura del Comitato Unico di Garanzia per le Pari Opportunità dell’Università di Firenze.

locandina

Lezione aperta sull’educazione interculturale

Mercoledì 8 maggio 2019, dalle ore 11.00 alle ore 13.00, presso l’Aula Magna della Scuola di Studi Umanistici e della Formazione dell’Università degli Studi di Firenze (via Laura 48), si terrà una lezione aperta alle Studentesse e agli Studenti della Scuola di Studi Umanistici e della Formazione.

All’interno dell’iniziativa – dal titolo “Ripensare l’educazione interculturale oggi. Prospettive strategiche e didattiche” – saranno presentati due volumi: I bambini delle diverse nazioni a casa loro di Emma Perodi (nuova edizione introdotta da Alessandro Mariani) e A scuola il mondo conta di Silvia Rizzello. Il primo costituisce un “piccolo archetipo” di ieri e il secondo un esempio attuale sul problema dell’educazione interculturale.

Introdurrà e coordinerà Alessandro Mariani (Ordinario di Pedagogia generale e sociale presso l’Università degli Studi di Firenze), promotore della lezione aperta. Interverranno il Presidente del Consiglio regionale della Toscana, la Vicesindaca e Assessora all’Educazione, università e ricerca del Comune di Firenze, Franco Cambi (Docente presso l’Università Telematica degli Studi IUL), Stefano De Martin (Sociologo e operatore culturale), Farnaz Farahi (Assegnista di ricerca presso l’Università degli Studi di Firenze), Emiliano Macinai (Associato presso l’Università degli Studi di Firenze), Daniela Pampaloni (Dirigente Scolastica, responsabile rete nazionale scuole “Senza Zaino”), Silvia Rizzello (Scrittrice e mediatrice per l’intercultura nelle scuole).

“Parole rubate”: nuovo numero

E’ online il nuovo fascicolo di “Parole rubate” ( n. 19, 2019), numero speciale intitolato

Tracce, memorie e sintomi.

La citazione tra filologia, letteratura e linguistica

a cura di Marco Duranti (Università di Verona), Jacopo Galavotti (Università di Padova), Marco Magnani (Università di Verona), Marco Robecchi (Universität Zürich)

La rivista, interamente open access, ha ottenuto la classificazione “A” da parte dell’Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca (ANVUR).

Vai all’Indice e consulta il fascicolo online


			

Elena Romiti dedica un volume a Maria Eugenia Vaz Ferreira

L’8 maggio 2019, alle ore 17:00 nell’Aula Magna Ex Architettura (piazza Brunelleschi 3/4 Firenze) si terrà la presentazione del libro:

Maria Eugenia Vaz Ferreira entre filósofos y sabios di Elena Romiti

Introduce Martha Canfield, sarà presente l’autrice.

L’evento è organizzato dal Centro Studi Jorge Eielson e dalla Biblioteca Umanistica dell’Università di Firenze, in collaborazione con la Biblioteca Nacional Uruguay.

 

 

Si scrive marzo, si legge donna… e anche donne bibliotecarie

Nell’ambito di “Si scrive Marzo, si legge Donna“, un gruppo di bibliotecarie fiorentine – supportate dalla  sezione Toscana dell’Associazione italiana biblioteche, dalla Biblioteca delle Oblate e dal Sistema documentario di Area Fiorentina – ha organizzato l’iniziativa:

Beate coi libri: per una storia delle bibliotecarie italiane

L’obiettivo è quello di far conoscere meglio la professione e di ricostruire la storia (ancora poco nota) delle tante donne che hanno contribuito a innovare i servizi bibliotecari e a conservare il patrimonio bibliografico italiano.

Queste le iniziative in programma:

– Convegno sulle donne bibliotecarie il 6 marzo 2019, ore 16.00-18.00, presso la Biblioteca delle Oblate: interventi di Grazia Asta, Simonetta Buttò, Elisabetta Francioni, Susanna Giaccai, Laura Vannucci. Coordina Silvia Bruni. A seguire sarà proiettato un film, con Bette Davis nel ruolo di una bibliotecaria che si batte contro la censura negli anni del maccartismo;

– Mostra virtuale, visibile a questo indirizzo: https://www.emaze.com/@AOFWORFCR  

– Prestito di “libri viventi”: a partire dal 6 e fino al 30 marzo, sarà possibile “prendere in prestito” bibliotecarie, con le quali dialogare per scoprire la professione e visitare la biblioteca in cui lavorano. Il prestito dei “libri viventi” (o “Human Library”) è nato nel 2000 nelle biblioteche della Danimarca, per promuovere l’incontro e la conoscenza di persone, superando diversità e stereotipi. Gli interessati potranno prenotarsi durante il convegno o, nei giorni seguenti, contattando le Oblate al numero 055-2616512 o inviando una mail a bibliotecadelleoblate@comune.fi.it, con oggetto: “Prenotazione Libri viventi” (il Catalogo, è sul sito).