Dizionario geografico fisico storico della Toscana di Emanuele Repetti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

repetti

Repetti on-line un’iniziativa promossa dall’insegnamento di Archeologia Medievale presso il Dipartimento di Archeologia e Storia     delle Arti dell’Università degli Studi di Siena

 Repetti on-line accesso

 

Annunci

AITER (Archivio Italiano Tradizione Epistolare in Rete)

valentine_de_boulogne_004_san_paolo_scrive_epistole_1620“Il progetto AITER (Archivio Italiano Tradizione Epistolare in Rete), che coinvolge cinque unità di ricerca (Università degli Studi di Pavia; Università per Stranieri di Siena; Università degli Studi di Roma “La Sapienza”; Università degli Studi di Cassino; Università degli Studi di Milano), si propone di avviare la creazione di un modello di banca dati di corpora epistolografici dal Medioevo al Novecento, basato su un’interfaccia web per la lettura dei testi, consultabile attraverso un motore di ricerca.

Obiettivo conseguente e progressivo dell’AITER è mettere a disposizione degli utenti un ampio corpus di testi che diano testimonianza del ruolo sociale che la lettera ha rivestito nella cultura italiana, problematizzando in chiave diacronica e diastratica il rapporto dei corrispondenti italiani con la lingua scritta.

In prima istanza si propone una campionatura di testi editi e inediti attraverso corpora paralleli di diverso ambito cronologico, agilmente marcati, utili per affrontare l’indagine linguistica e lo studio anche tipologico del genere. Questo sito potrà essere accresciuto negli anni sia con l’aggiunta di nuovi testi, sia con l’applicazione di una marcatura più articolata oggi riservata ai sola corpora ottocenteschi (CEOD). Ogni corpus è e sarà accompagnato da una scheda storico-filologica introduttiva”.

CoRTI: una banca dati sul teatro italiano in epoca fascista

teatrpCoRTI – Copioni, Rappresentazioni, Teatro in Italia tra il 1931 e il 1944, nasce da un progetto che vede impegnati la Direzione generale per gli Archivi  (MiBAC – DGA) e il  Dipartimento di Storia dell’Arte e dello Spettacolo dell’Università di Roma “La Sapienza”.

La banca dati consiste in un sistema integrato che consente di interrogare e incrociare le informazioni essenziali desunte da fonti di carattere archivistico e da fonti a stampa (periodica e quotidiana). L’arco temporale preso attualmente in considerazione coincide con l’entrata in funzione a Roma di un Ufficio centralizzato per la censura teatrale (1931) e termina con il trasferimento a Venezia (1944) del Ministero della cultura popolare – competente in materia –  a seguito della costituzione della Repubblica sociale italiana. Si tratta di un periodo di grandi trasformazioni per il teatro italiano, soggetto agli interventi dello Stato e costretto a confrontarsi per la prima volta con un universo mediatico complesso, che comprende la radio come il cinema sonoro.

Le fonti da cui sono tratte le informazioni raccolte dalla banca dati  e dalla galleria iconografica che la correda, sono il “Fondo Censura Teatrale”, “Il Messaggero”, il “Radiocorriere” e  “Il Dramma”.

Europeana… biblioteca digitale europea

Europeanapiccolo

 

Europeana è una biblioteca digitale europea che riunisce contributi già digitalizzati da diverse istituzioni dei 27 paesi membri dell’Unione Europea in 23 lingue. La sua dotazione include libri, film, dipinti, giornali, archivi sonori, mappe, manoscritti ed archivi.

http://www.europeana.eu/portal/

Dal 2015 la banca dati si arricchirà di oltre 700 mila schede digitali di abiti, accessori, fotografie, manifesti, disegni, schizzi, video e cataloghi inerenti la moda.

http://www.europeanafashion.eu/

Material Evidence in Incunabula (MEI)

incunaboloIl Material Evidence in Incunabula (MEI) è un database progettato specificamente per registrare e ricercare i dati materiali (o di copia specifica, di post-produzione, o di provenienza) dei libri stampati nel XV secolo: note di possesso, decorazione, legatura, postille, timbri, prezzi, etc. MEI è collegato al Incunabula Short Title Catalogue(ISTC) della British Library, dal quale prende i dati bibliografici, permettendo all’utente di combinare la ricerca su dati bibliografici (estratti da ISTC) e dati materiali.

Attivato l’accesso a Conference Proceedings Citation Index

webofscienceIl Sistema Bibliotecario di Ateneo ha sottoscritto : Conference Proceedings Citation Index – Science e Conference Proceedings Citation Index-  Social Science & Humanities  (1990-present)

Le due banche dati sono presenti  e consultabili sulla piattaforma WoS già in uso ,  integrano e completano i citation index di Web of Science  con  dati provenienti da  relazioni, atti di convegni,  conferenze, seminari, workshop internazionali  permettendo così  di arricchire  il numero di citazioni  e di lavori citati dagli autori.

Sono oltre  110 mila i   conference Proceedings  disponibili dal 1990,   l’aggiornamento è  settimanale,  ogni anno  vengono indicizzate ca 12000 conferenze con un incremento approssimativo di   400.000 records

Ulteriori informazioni  :

http://thomsonreuters.com/products_services/science/science_products/a-z/conf_proceedings_citation_index/